Bando Europa Creativa 2024: Finanziamenti per Progetti Culturali Transnazionali

CulturaFinanziamenti
Assomalta - Bando Europa Creative 2024

Autore

Aperto il bando Europa Creativa 2024, offre finanziamenti a progetti culturali transnazionali con un focus su innovazione, inclusione sociale e digitalizzazione. Scadenza: 23 gennaio 2024.

Il bando per i Progetti di cooperazione europea nel campo della cultura è attualmente aperto fino al 23 gennaio 2024 nell’ambito del programma Europa Creativa – Sezione Cultura.

L’obiettivo principale del bando è sostenere progetti transnazionali che coinvolgono entità attive nei settori culturali e creativi in differenti Paesi, con l’obiettivo di realizzare attività mirate sia nel proprio ambito sia tra ambiti diversi. I settori della cultura e creatività, al di fuori dell’audiovisivo, possono essere oggetto di progetti.

In particolare, in questo bando Europa Creativa, vengono sostenute due categorie di progetti di differente portata:

  • Sono considerati progetti di piccola scala (Small-scale projects) quelli che coinvolgono almeno 3 soggetti appartenenti a tre diversi Paesi eleggibili per l’Europa Creativa.
  • Per progetti di media scala si intendono quelli che coinvolgono un minimo di cinque soggetti provenienti da altrettanti Paesi idonei a Europa Creativa.

In contrasto con i bandi degli anni 2021-2023, non saranno finanziati progetti di vasta portata e dimensione, in particolare quelli definiti “Large-scale projects” che coinvolgono un minimo di 10 soggetti.

Obiettivi e priorità del bando Europa Creativa 2024

  • Favorire una maggiore creazione e circolazione transnazionale di opere d’arte e artisti europei.
  • Migliorare la capacità dei settori culturali e creativi europei: coltivando talento, stimolando l’innovazione, promuovendo la prosperità economica mediante la creazione di posti di lavoro ed incoraggiando la crescita.

I progetti da presentare per questo bando Europa Creativa, devono, inoltre, riguardare almeno una (e massimo due) delle seguenti priorità:

  • Pubblico: La priorità è promuovere l’ampliamento dell’accesso e della partecipazione alla cultura, inclusa la fruizione di materiali culturali provenienti da Paesi diversi dal proprio, al fine di coinvolgere una vasta gamma di pubblico.
  • Inclusione sociale: Si prevede di promuovere la resilienza sociale mettendo in evidenza il ruolo cruciale che svolge la cultura nel determinare lo stato di salute e benessere delle persone, in particolare dal punto di vista della salute mentale. Inoltre si intende migliorare l’inclusione sociale favorendo un accesso equo alla cultura per le persone con disabilità o che appartengono a minoranze o gruppi socialmente emarginati. Infine si punta ad incentivare un dibattito interculturale.
  • Sostenibilità: Per realizzare uno sviluppo sostenibile, è fondamentale co-creare, adottare e diffondere pratiche più rispettose dell’ambiente. Utilizzando attività culturali come strumenti di sensibilizzazione, possiamo contribuire al raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo e del Nuovo Bauhaus europeo.
  • Digitale: La transizione digitale nei settori culturali e creativi è essenziale per affrontare le sfide dell’intelligenza artificiale, dei big data, dei mondi virtuali, della blockchain e degli NFT. Dobbiamo aiutare questi settori a cogliere le opportunità che queste tecnologie emergenti offrono.
  • Dimensione internazionale: Potenziare la capacità delle organizzazioni culturali e creative europee, tra cui quelle a livello di base e le micro-organizzazioni, nell’operare a livello globale.
  • Priorità annuale: Offrire il sostegno alle organizzazioni e ai professionisti che lavorano nei settori culturali e creativi dell’Ucraina.

La durata massima per ogni progetto è fissata a 48 mesi.

Per partecipare al bando devono essere stabilite in uno dei Paesi ammissibili ad Europa Creativa le persone giuridiche, pubbliche o private, operanti nei settori culturali e creativi. I Paesi presenti in questo documento includono gli Stati UE (compreso PTOM), i Paesi EFTA/SEE, i Paesi candidati e potenziali candidati e altri Pae Le organizzazioni internazionali possono partecipare pure al bando.

L’accento viene posto sulla creazione e sulla circolazione transnazionali di opere e artisti europei.

Il capofila di progetto deve essere legalmente costituito da almeno 2 anni alla data di scadenza del bando.

Lo stanziamento complessivo destinato al bando è di € 59.730.025, così ripartiti:

  • € 23.892.010 per progetti di piccola scala;
  • € 35.838.015 per progetti di media scala.

Il cofinanziamento UE varia a seconda della categoria di progetti:

  • Progetti di piccola scala: fino all’80% dei costi ammissibili del progetto per un massimo di € 200.000
  • Progetti di media scala: fino al 70% dei costi ammissibili del progetto per un massimo di € 1.000.000

La Commissione UE intende finanziare circa 130 progetti.

Scadenza: 23 gennaio 2024

Sei interessato a partecipare al bando? Hai un progetto che rientra tra le attività finanziabili e cerchi partners? Compila ed invia il form, ti metteremo in contatto con i nostri partners per una prima verifica di fattibilità del tuo progetto.

Disclaimer: Questo articolo fornisce solo informazioni generali e non sostituisce in alcun modo la consulenza professionale. Si raccomanda di consultare un professionista qualificato prima di prendere qualsiasi decisione importante in merito a questioni finanziarie, legali o di altro tipo. L’autore e la pubblicazione non sono responsabili per eventuali errori o danni causati dall’utilizzo delle informazioni contenute in questo articolo.

Altre news

Nessun risultato trovato.